Noi siamo il mondo – “We are the world” – l’infanzia

Holocaust - Shoà - soluzione finale
Voglio chiederti una cosa che ti sembrerà banale: Quanto tempo è che non ricevi un sorriso mentre poni il tuo sguardo negli occhi di un bambino ? Se riesci a risponderti sinceramente dopo qualche attimo di riflessione ti accorgi che in fondo non è per niente banale questa domanda. Ecco cosi con questo pensiero ho realizzato questa mia multivision basata sugli occhi dell' innocenza, sulla gestualità del fanciullo, sulla condizione sociale che rivela il bambino nel proporsi agli occhi dei grandi ,di fronte ad un futuro mai come in questo tempo incerto, pieno di incognite: un futuro che avanza fino a cancellarne il proprio presente e quindi a misconoscerne il passato. Eppure lui, quel nostro bambino,vive nel suo giocare tutta la sua carica di umanità che lo porterà ad essere domani l'uomo e la donna del suo tempo. Ma allora lasciatemi o meglio formuliamoci assieme una impegnativa domanda : Questo tempo questa terra, quel domani siamo noi adulti a prepararlo ai nostri figli o sono loro che ce l'anno concesso a prestito? Riflettiamo, riflettiamo bene prima di darci una risposta e se questa mostra può rappresentarne un valido motivo ad affrontarne l'impegnativo quesito, io Cesare Mor Stabilini avrò trovato una risposta appagante sul contenuto di questa rasegna fotografica. Ho sognato un angelo ed aveva il tuo volto, e quando mi ha parlato ho capito... eri tu figlio mio.
 
Holocaust - Shoà - soluzione finale
Realizzata nel 1991, anno di inizio proiezione, è composta da 480 diapositive, di cui 320 a pieno formato, 100 di medio formato, 50 effetti speciali e 10 per titoli iniziali e finali. Tutte queste immagini sono raccolte in sei caricatori Kodak Carousel da 80 diapositive ciascuno, tutte intelaiate sotto vetro con telaietti 5x5 mm. Le fotografie che compongono la Multivision sono scattate nei seguenti paesi europei: Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Francia, Germania, Lussemburgo, Belgio, Olanda, Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Turchia e paesi dell’Est, nei mesi di giugno e luglio sia nell’entroterra che nelle isole. Commenta le immagini lo speaker Gianni Quillico, il testo è stato scritto da Giuseppe Barbieri e Cesare Mor Stabilini la stesura dello story board e il montaggio delle immagini è di Cesare Mor Stabilini, che è anche l’autore della scelta delle musiche. La durata della proiezione e delle 480 diapositive è di 31 minuti primi. Una proiezione di alto livello culturale adatta per la conoscenza del territorio, consigliata per convegni, cineforum, scuole e università.
 
Oltre a queste 6, altre 470 completano la multivision.

I commenti sono chiusi.