Nella terra di Ataturk- l’incantevole Turhia

Capo Nord - ricordi di un viaggio 1978
Si fà presto a materializzare il desiderio per un viaggio in una terra sconosciuta, i soliti ingredienti: Predisposizione ai sogni (magari ad occhi aperti); irrefrenabile spirito di osservazione che inevitabilmente possiede chi vuol raccontare o quanto meno comunicare “emozioni con tante i” una buona fotocamera, non indispensabile il video; tanta predisposizione all'avventura accompagnata da altrettanta pazienza e un senso accentuato di olfatto fotografico che non si apprende certo frequentando club fotografici ne tanto meno super corsi rapidi di scuola fotografica, per sentirci pronti a respirare aria, luce e terra sconosciuta. Questo può bastare ad ognuno di noi , ma certamente non a lui e per “lui” mi riferisco a Cesare Mor Stabilini . A colui che ci presenta quì una Turchia insolita del tutto personale, unica, ecco forse “unica” è il vero termine che si adatta a questo ennesimo racconto fotografico; e senza tema di smentite, se sapremo accostare i nostri sensi con la quantità di attenzione che necessita questa multivision , riusciremo a captare i diversi messaggi che l'autore con semplicità. e maestria ci lascia. Buona visione su questo reportage tra sfumature di cultura, arte, storia e sopratutto “vita” colta là da Cesare.
 
Capo Nord - ricordi di un viaggio 1978
Realizzata nel 1988, anno di inizio proiezione, è composta da 480 diapositive, di cui 300 a pieno formato, 100 di medio formato, 70 effetti speciali e 10 per titoli iniziali e finali. Tutte queste immagini sono raccolte in sei caricatori Kodak Carousel da 80 diapositive ciascuno, tutte intelaiate sotto vetro con telaietti 5x5 mm. Le fotografie che compongono la Multivision sono scattate nei seguenti paesi europei: Grecia, Bulgaria, Jugoslavia e Turchia, nei mesi di giugno e luglio sia nell’entroterra che nelle isole. Commenta le immagini lo speaker Marco Balzarotti, il testo è stato scritto da Giuseppe Barbieri e Cesare Mor Stabilini la stesura dello story board e il montaggio delle immagini è di Cesare Mor Stabilini, che è anche l’autore della scelta delle musiche. La durata della proiezione e delle 480 diapositive è di 33 minuti primi. Una proiezione di alto livello culturale adatta per la conoscenza del territorio, consigliata per convegni, cineforum, scuole e università.
 
Oltre a queste 6, altre 470 completano la multivision.

I commenti sono chiusi.