Marocco – Con gli occhi della mente

Marocco – Con gli occhi della mente
Può sembrare un singolare viaggio lontano dai soliti itinerari proposti da patinate agenzie turistiche, (il che sarebbe gia’ un valido motivo per svelare angoli nascosti di una terra prolifica di valori naturalistici, ambientali e storigrafici); ma la visione di questo racconto di immagini e parole ci propone una attenta analisi dell’anima del Marocco nonché del suo popolo laborioso e fiero, tradizionalista e cosciente del tempo che vive. Il Marocco di chi ama la sua condizione umana, ma anche di chi, suo malgrado, lascia le sue origini col miraggio di un avvenire migliore. Chi parte sa spesso cosa lascia e molto meno cosa riserverà il destino. A uno, come a tanti di questi uomini, ho dedicato questo racconto: al nonno che attende il nipote italiano prima di lasciare questa vita; a quei genitori che hanno dimenticato troppo in fretta la madre terra. Con cli occhi della mente, il tutto incastonato in scenari filmografici unici ed irripetibili ricordando qualche titolo di films: Casablanca, Il té nel deserto, Marachesc Expres, ecc...
 
Marocco – Con gli occhi della mente
Realizzata nel 2001, anno di inizio proiezione, è composta da 480 diapositive, di cui 280 a pieno formato, 120 di medio formato, 70 effetti speciali e 10 per titoli iniziali e finali. Tutte queste immagini sono raccolte in sei caricatori Kodak Carousel da 80 diapositive ciascuno, tutte intelaiate sotto vetro con telaietti 5x5 mm. Le fotografie che compongono la Multivision sono scattate nei seguenti paesi: Spagna e Marocco, nei mesi di gennaio e febbraio sia nell’entroterra che nelle isole. Commenta le immagini lo speaker Marco Balzarotti, il testo è stato scritto da Giuseppe Barbieri e Cesare Mor Stabilini la stesura dello story board e il montaggio delle immagini è di Cesare Mor Stabilini, che è anche l’autore della scelta delle musiche. La durata della proiezione e delle 480 diapositive è di 32 minuti primi. Una proiezione di alto livello culturale adatta per la conoscenza del territorio, consigliata per convegni, cineforum, scuole e università.
 
Oltre a queste 6, altre 470 completano la multivision.

I commenti sono chiusi.