Aldilà – in fuga per la vita

Ex Jugoslavia - ritorno alla vita 1991/97
È questo il titolo di quello che Cesare Morstabilini definisce “Il terzo episodio del problema dei Balcani”. Il riferimento è naturalmente alle due opere precedenti “Juguslavia (tra orogene e diogene )” e “La tregua (ritorno alla vita)”; qui, tuttavia punta “l’obbiettivo” sull’esodo di un popolo guidato dalla speranza e la generosità di un altro, quello dei volontari. Non mancano infatti i riferimenti sia a chi, con l’intento di dare sollievo, ha perso la propria vita, sia alle problematiche che spingono alla fuga. La voglia di riscoprire il sorriso sul volto di bambini cresciuti con la guerra da una parte e, il desiderio di provvedere alla propria famiglia con un lavoro dall’altra. È così che si è disegnato il “Triangolo della speranza” Bari, Durazzo, Pristina; percorso in senso inverso dagli uni e dagli altri. Le immagini documentano volti, luoghi, e famiglie intrise di sentimenti contrastanti; la gioia di aver realizzato il sogno dello sbarco e la delusione per le difficoltà da affrontare, l’entusiasmo di chi parte carico di doni e lo shock di fronte ai problemi veri, così lontani dall’immaginario comune. Forse la multivision è nata proprio con questo intento: mostrare i problemi da diverse angolature per capirli più a fondo.
 
Aldilà – in fuga per la vita
Realizzata nel 1996, anno di inizio proiezione, è composta da 480 diapositive, di cui 300 a pieno formato, 120 di medio formato, 50 effetti speciali e 10 per titoli iniziali e finali. Tutte queste immagini sono raccolte in sei caricatori Kodak Carousel da 80 diapositive ciascuno, tutte intelaiate sotto vetro con telaietti 5x5 mm. Le fotografie che compongono la Multivision sono scattate nei seguenti paesi europei: Italia, Albania, Macedonia, Cossovo, Montenegro, Bosnia e Croazia, sia nell’entroterra che nelle isole. Commenta le immagini lo speaker Mino Mangiarotti, il testo è stato scritto da Giuseppe Barbieri e Cesare Mor Stabilini la stesura dello story board e il montaggio delle immagini è di Cesare Mor Stabilini, che è anche l’autore della scelta delle musiche. La durata della proiezione e delle 480 diapositive è di 33 minuti primi. Una proiezione di alto livello culturale adatta per la conoscenza del territorio, consigliata per convegni, cineforum, scuole e università.
 
Oltre a queste 6, altre 470 completano la multivision.

I commenti sono chiusi.