Via Crucis di Barco

Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco
  • Via Crucis di Barco

L'intera opera è stata stampata in 199 cartelle numerate una per una a mano dall'autore e non sono più riproducibili formato cartelle cm. 32x42.

Tra le manifestazioni religiose,la passione di Cristo è sempre stata quella che più ha stimolato la fantasia e il sentimento popolare. Ogni anno anche a Barco, ormai da quasi cinquanta anni, al venerdì Santo si tiene attraverso il paese una processione che si sofferma durante il tragitto davanti alle scene viventi che ripropongono le stazioni della Via Crucis, l’idea è nata negli anni cinquanta, quando tutto il paese, discretamente popolato, decise di sostituire i quadri della Via Crucis tradizionali con comparse in carne ed ossa. I barcensi a tutt’oggi trasformano i luoghi della vita quotidiana nei biblici scenari della passione in un paesaggio naturale che malgrado tutto, rimane tra i più belli della zona. Da parte dei barcensi c’è un impegno non comune,sacrificando giornate di lavoro per preparare questa Via Crucis. Per l’allestimento dei costumi ecco l’intervento delle mamme e delle nonne le quali, di nonna abbastanza gelose del loro corredo, non esitano a togliere dei loro armadi le lenzuola e le camice più belle, tappeti, coperte, copriletto, tutto ciò che può servire per vestire i vari personaggi e per completare la scenografia. Precedentemente si studiano i costumi osservando con attenzione immagini religiose e storiche, poi si cura il quadro nei minimi particolari, dai personaggi, dalle tuniche e i calzoni, dagli scudi alle corazze dei soldati, dai fuochi alle luci e all’incenso. Queste scene suggestive, coi loro colori, il gioco delle luci l’immobilità sofferta dei protagonisti non possono non rappresentare un’attrattiva per la gente che accorre sempre più numerosa, e che non sempre comprende il significato profondo religioso dell’iniziativa. Comunque questa iniziativa interpretata da attori improvvisati è inserita in una cornice ambientale veramente idonea e spesso avvincente, è e resta comunque positiva.

Don Luigi Mensi

I commenti sono chiusi.