Tradizioni e Mestieri Clarensi scomparsi

Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi
  • Tradizioni e Mestieri Clarensi

L'intera opera è stata stampata in 219 cartelle numerate una per una a mano dall'autore e non sono più riproducibili formato cartelle cm. 32x42.

In qualità di attuale presidente sarò io a ricordare con poche parole il ventennale della cooperativa Il Nucleo. Da vent’anni si lavora insieme a chi è in difficoltà. Un cammino lungo, opera di tantissime persone. La storia della nostra cooperativa è il percorso non solo di quanti hanno lavorato per farla nascere e crescere, è soprattutto la storia di coloro che qui hanno cercato e spesso trovato risposte al loro disagio. E’ da queste persone che abbiamo imparato tanto. Ci siamo resi conto che non servono “interventi straordinari” e non bastano le risposte tecniche, ma è indispensabile “la strategia dell’attenzione alla persona”: attenzione che abbiamo reso quotidiana attraverso le nostre presenze, i nostri rapporti e lo strumento lavoro. Il nostro intervento tiene conto della complessità in cui operiamo, ben distinguendo le cause dagli effetti, non isolando le persone dal mondo esterno ed agendo in una rete di collaborazione con enti e servizi territoriali. Con il lavoro abbiamo cercato di restituire dignità a persone che la società giudicava scomode, provocatorie, o che aveva punito. Crediamo fortemente che offrire a persone in difficoltà un opportunità di lavoro concreta, sia di fondamentale importanza per il processo di identificazione sociale e riscoperta della propria dignità ed autonomia. Tutte le nostre attività lavorative vengono svolte all’esterno e quasi esclusivamente in luoghi pubblici, sono dunque momenti di interazione effettiva con gli abitanti dei vari quartieri; possono cosi divenire, per le persone disagiate, occasioni di riscatto della loro immagine personale e sociale. Questa che è mission della Cooperativa, si scontra quotidianamente con le logiche imprenditoriali che richiedono capacità gestionali ed organizzative non facilmente contemperabili con l’attenzione alle capacità ed ai limiti dei lavoratori inseriti, soprattutto in una comunità come quella attuale che è stretta nei meccanismi di una economia globale. Gli spazi produttivi nei quali in questi anni siamo riusciti ad operare rappresentano da un lato il frutto di un assiduo e costante lavoro di sensibilizzazione e collaborazione con il territorio, e dall’altro lo sviluppo della nostra capacità e coraggio di sperimentare nuove nicchie di lavoro, non più considerate di bassa manovalanza. Tali spazi così difficilmente costruiti vanno tenacemente voluti, ricercati e mantenuti, proprio perché il singolo individuo in essi si sperimenti, specializzi e valorizzi le proprie attitudini personali. Un’altra delle peculiarità che caratterizzano la Cooperativa Il Nucleo è quella di aver sempre voluto creare gruppi aperti con persone molto eterogenee per storia, esperienze, difficoltà e origini, proprio per ribadire come centrale il rispetto della dignità delle persone, dei loro valori e delle loro scelte di vita. La strada della cooperazione è in salita, le difficoltà non mancano così come non mancano i compagni di viaggio… Quando guardi alla strada percorsa ti rendi conto di aver incontrato un’infinità di esistenze che ti hanno svelato il mistero e la profondità dell’animo umano e non puoi che continuare la salita.

I commenti sono chiusi.