La cultura dell’albero

La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero
  • La cultura dell’albero

L'intera opera è stata stampata in 300 cartelle numerate una per una a mano dall'autore e non sono più riproducibili formato cartelle cm. 32x42.

Dovendo scegliere l’emblema della vita probabilmente molti penserebbero ad un albero. Non a caso dall’interpretazione di come questo viene rappresentato nei disegni dei bambini che si indaga la loro psiche. Tuttavia, solo saltuariamente ci si sofferma a contemplarne la grandiositą. Del resto ciė che accade sempre, le cose che ci circondano quotidianamente appaiono scontate al punto di dimenticarci di loro. Non era cosď in passato quando l’uomo riconosceva agli alberi un ruolo tanto importante da farne delle divinitą. Eppure poco cambiato da allora, sempre la fotosintesi clorofilliana a garantirci l’ossigeno per la sopravvivenza , sempre dagli alberi che si estrae la gomma naturale, sempre da loro che si ricavano legno , carta e fibre quotidianamente usate come la viscosa. L’atteggiamento dell’uomo perė non sembra piĚ lo stesso. Ecco allora l’occasione giusta, il momento di fermarsi a guardare ciė che la natura ci offre , qualcosa di tanto articolato e perfetto che… contrariamente a molte invenzioni funziona da milioni di anni. Gią l’aspetto esteriore estremamente affascinante. Le radici, capaci di comunicare la necessitą di basi solide e la volontą di procurarsi nutrimento, il tronco che trasmette la volontą di emergere e i rami con la loro estensione. Dietro a tutto perė c’Ź un mondo ancora piĚ affascinante fatto di capillari che consentono l’ascesa della linfa in senso antigravitazionale, di foglie sottili ove si genera energia nel modo forse piĚ pulito , di un metodo di stoccaggio della cellulosa cosď complesso da richiedere numerosi trattamenti perché l’uomo ne possa usufruire. Quindi non solo il periodico cadere delle foglie o l’aumento del diametro del tronco ciė che ci deve affascinare ma il ben piĚ complesso mondo che si cela dietro queste manifestazioni esteriori. Un apparato efficiente capace di superare difficoltą climatiche e di comunicare il senso della vita di cui intriso, anche quando poggiando la mano sulla porta di casa sentiamo il caldo tepore del legno.

I commenti sono chiusi.